Bonus facciate 90%: chi ne ha diritto?

/, Senza categoria/Bonus facciate 90%: chi ne ha diritto?

Bonus facciate 90%: chi ne ha diritto?

Prodotti utilizzati in passato che si sono rivelati non ottimali, tempo o agenti atmosferici, sono alcune delle cause per cui ad oggi un edificio non si presenta al meglio del suo stato.

Sapevate che il nuovo sconto “bonus facciate” consente di recuperare il 90% dei costi sostenuti nel 2020 senza un limite massimo di spesa?

Andiamo per ordine.

CHI PUÒ USUFRUIRNE? 

Lo sconto è rivolto ad inquilini, proprietari, residenti e non residenti nel territorio dello Stato, persone fisiche e imprese e, per averne diritto, è necessario realizzare interventi di recupero o restauro della facciata esterna di un edificio già esistente di qualsiasi categoria catastale (compresi quelli strumentali!). Sono inoltre agevolabili anche i lavori realizzati per il rinnovo e il consolidamento della facciata esterna, inclusa la semplice pulitura e tinteggiatura, gli interventi su balconi, ornamenti e fregi.

Condizione importante è che gli immobili si trovino nelle zone A e B (indicate nel decreto ministeriale n.1444/1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

Sono inoltre ammessi a fruire della detrazione, purché sostengano le spese per la realizzazione degli interventi, anche:
i familiari conviventi con il possessore o detentore dell’immobile (coniuge, componente dell’unione civile, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado)
i conviventi di fatto, ai sensi della legge n. 76/2016.

Per questi contribuenti la detrazione spetta a condizione che:
– la convivenza sussista alla data di inizio dei lavori o al momento del sostenimento delle spese ammesse alla detrazione, se antecedente all’avvio dei lavori.
– le spese sostenute riguardino interventi eseguiti su un immobile, anche diverso da quello destinato ad abitazione principale, nel quale può esplicarsi la convivenza.

 

IN COSA CONSISTE L’AGEVOLAZIONE.

L’agevolazione fiscale consiste in una detrazione dall’imposta lorda (Irpef o Ires).

La detrazione è riconosciuta nella misura del 90% delle spese documentate, sostenute nell’anno 2020 o, per i soggetti con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare, nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2020.
La detrazione va ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.
A differenza di altre agevolazioni per interventi realizzati sugli immobili, per il “bonus facciate” non sono previsti limiti massimi di spesa né un limite massimo di detrazione.

Inoltre, i contribuenti interessati non possono:
– cedere il credito corrispondente alla detrazione spettante.
– optare per un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto al fornitore che ha effettuato gli interventi.

 

 

QUALI GLI INTERVENTI AMMESSI PER USUFRUIRE DELL’AGEVOLAZIONE?

Rientrano nel bonus facciate del 90% i seguenti lavori:

  • di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata
  • su balconi, ornamenti o fregi, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura
  • sulle strutture opache della facciata influenti dal punto di vista termico o che interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio.

Requisito fondamentale per accedere all’agevolazione è che i lavori siano effettuati sull’esterno visibile dell’immobile.

 

 

Leave A Comment

Iscriviti ora alla newsletter

Iscriviti subito. Sarai informato sui nostri prodotti e su ciò che più ti interessa. Compila ora il form.

Dove siamo | Sede di Palermo

Via Ingegner Nicolò Mineo n°9 - 90145

Phone: 091 220992 | 091 203868

Fax: 091 203496

Dove siamo | Sede di Carini

Via Galileo Galilei n° 24/26 - 90045

Phone: 091 8689093